Home » MESSAGGI

MESSAGGI


                           

                              20 agosto 2019

 

L'idea che la volontà di Dio (supponendo che Dio abbia una volontà) possa non  essere esaudita, va contro tutto ciò che credevate di sapere di Dio: cioè che è onnipotente, sempre presente, il Creatore...Ciò ha prodotto una illusione, in cui Dio può desiderare qualcosa, ma non riuscire ad ottenerla. Può avere bisogno di qualcosa, ma non riceverla. In breve la volontà di Dio può essere ostacolata. Certo che siete ferventi di fantasia. Non avete solo immaginato un Dio pieno di bisogni, ma, anche un Dio che può fallire nel tentativo di vedere esauditi i suoi bisogni. Tutto questo perchè proiettate voi stessi in un Dio. Poichè avete notato che voi potete fallire nel tentativo di ottenere tutte le cose di cui immaginate di aver bisogno per essere felici, avete dichiarato che la stessa cosa sia vera per Dio.

 

Il dubbio in cui Dio non possa esaudire i propri bisogni, ha prodotto il vostro incontro con la paura. Dio voleva che tutti i suoi Figli tornassero con lui in Paradiso, ma i suoi figli con le loro azioni, potevano impedire che ciò accadesse. Anche questa idea era difficile da mandare giù, e di nuovo la mente umana vide la contaddizione, com'era possibile che le Creature ostacolassere la volontà del Creatore? Chiaramente c'è un punto debole del credo invece di modificare il punto debole, si è creato una nuova illusione che va a coprire la precedente. Cioè l'illusione della separazione... ti benedico con Luce

 

 

                              13 agosto 2019

 

...Proseguendo il nostro discorso fatto precedentemente, I primi esseri umani non erano in grado di comprendere. E poichè erano certi di aver bisogno di determinate cose per essere felici, traendo così la conclusione che tutto funzionasse nello stesso modo, compreso quella parte della Vita che descrissero come un essere vivente, a cui affibbiarono una quantità di nomi, Allah, Geova, Dio... Per i primi uomini non era difficile concepire un essere più grande di loro. Era una loro necessità per spiegarsi tutto ciò che accadeva al di fuori del loro controllo. L'errore qui non era quello di supporre che esistesse Dio, ma quello di immaginare che Esso potesse aver bisogno di qualcosa.

 

Che Dio dipendesse da qualcosa, da qualcuno per essere felice o soddisfatto, completo o appagato. Questo è come dire che la Pienezza non è piena, e che avesse bisogno di qualcosa per renderla completa. Era ed è una contraddizioni di termini che ancora ha la sua convinzione in molte persone. Dopo aver creato un Dio dipendente, gli umani produssero una storia culturale  secondo in cui Dio ha un programma preciso. Cioè affermarono che Dio ha bisogno che accadano determinate cose, in determinati modi per essere felice; con arrivare all'apice delle parole  cristalizzandole in "Sia fatta la tua volontà". la vostra idea che Io avessi una volontà, vi costringeva a cercare di scoprire quale fosse tale volontà. E' stato fin dall'inizio chiaro che non esisteva un accordo unanime di questa cosa... Ti benedico con dolcezza!

 

 

                              06 agosto 2019

 

...Non puoi crederci perchè comporterebbe un Dio senza bisogni e senza giudizi, e si tratta di un Dio che non riesci a immaginare. Il motivo per cui non riesci a immaginare  un Dio del genere è che non riesci a immaginare un umano fatto in questo modo. Non credi di poter vivere così. Quando capirai che in tuo potere vivere in quel modo, saprai tutto ciò che c'è da sapere su Dio. Dio è Ciò Che E' te, tu sei tutto Ciò Che E' Dio. Ma tu sei più grande di quanto pensi di essere.

 

I Maestri lo sanno, anche in questo istante ci sono esseri venuti ad insegnarti, vengono da molte culture e religioni, ciò che li accumuna è che nulla rende infelice un Maestro. All'inizio dell'umanità avevano l'unico desiderio di evitare il dolore e l'infelicità. Avevano una consapevolezza troppo limitata per comprendere che il dolore non deve per forza produrre infelicità, per cui gli uomini cercavano di avvicinarsi a ciò che li procurava piacere, e di allontanarsi da ciò che li creava dolore. Così nacque una illusione, l'idea che il Bisogno Esiste. In realtà non avete bisogno di nulla per essere felici: la felicità è uno stato della mente... Vi benedico con luce!

 

 

                            30 luglio 2019

 

...Immagina di aver bisogno di qualcosa per poter sopravvivere, supponi di poter essere felici solo in determinate condizioni. Non è vero, ma tu credi che lo sia. e poichè le credenze produce l'esperienza, hai sperimentato la vita in questo modo, immaginando un Dio che abbia le tue stesse esperienze. In realtà, questo non è vero per Dio come non lo è per te. L'unica differenza è che Dio lo sa. Quando anche tu lo saprei sarai come Dio. Avrai la completa padronanza della vita, e tutta la tua realtà cambierà. Ecco un grande segreto: la felicità non dipende dal verificarsi di determinate condizioni.

 

Ma determinate condizioni si verificano come risultato della felicità. La stessa cosa vale per qualunque stato dell'essere: l'Amore non dipende dal verificarsi di determinate condizioni. Al contrario, determinate condizioni si verificano come risultato dell'Amore. La stessa cosa la potete pensare con la compassione, con l'abbondanza. In qualunque stato dell'essere che tu possa immaginare vale il fatto che l'Essere precede l'esperienza e la produce. Poichè non hai compreso questo punto , supponi che alcune cose devono accadere perchè tu possa essere felice, e di conseguenza hai immaginato un Dio che ragiona come te. Nulla rende INFELICE Dio.... Vi benedico con gioia!

 

 

                         23 luglio 2019

 

...Tutto ciò che ora costituisce la tua esperienza di esistenza, è fondata sull'idea che Dio abbia bisogno di qualcosa per esistere. Il bisogno non esiste nell'Universo. Si ha bisogno di qualcosa solo se si desidera  un determinato risultato. L'Universo non richiede un risultato particolare. L'Universo è il risultato. Il bisogno non esite nella Mia mente. Avrei bisogno di qualcosa solo se desiderassi un risultato specifico. Ma io non richiedo nessun risultato. Io sono ciò che produce tutti i risultati. Non esiste nulla al di fuori di Me. Non esiste nulla che sia Io. Puoi sostituire la parola Me o Io con Vita,  ma il risultato sarebbe lo stesso.

 

Io non ho bisogno che accada nulla al di là di ciò che sta già accadendo. Questa è la natura delle cose. E' così che funziona e non nel modo che immagini. Nella vostra immaginazione come esseri umani avete creato l'idea del BISOGNO, a partire dalla vostra esperienza del fatto che per sopravvivere avere bisogno di determinate cose; ma pensa se tu non ti importasse nulla di vivere o di morire di cosa hai bisogno? Di NULLA. ecco la verità: è impossibile per te non sopravvivere. E' impossibile non vivere. Ma come? Non hai bisogno di nulla per sopravvivere. La tua sopravvivenza è garantita. Ti ho donato la Vita eterna, e non ve l'ho mai tolta... Vi benedico con dolcezza!

 

 

                           16 luglio 2019

 

...Il Creatore può essere sperimentato e trovato dentro di te e tutto attorno a te. In qualunque comunicazione davvero aperte, è quella di essere disposto a sospendere l'incredulità. Perciò abbandona temporaneamente le tue idee si di Me e sulla Vita. Potrai riprenderle quando vuoi. Non si tratta di lasciarle per sempre, ma solo di metterle da parte per il momento, per dare spazio alla possibilità che ci sia qualcosa che non sai, e che per saperla potrebbe cambiare tutto.

 

Esamina per esempio la tua reazione all'idea che Dio stia comunicando con te proprio ora. Ricevere una comunicazione diretta da Me all'inizio potrà sembrarti improbabile, ma cerca di capire che sei qui per ricordare Chi Sei Realmente, e per capire e dissolvere in te le illusioni che hai creato. Le illusioni non sono reali in sè, ma hai creato un mondo assieme ad altri uomini in cui sembrano estremamente reali. Una di queste illusioni è che Dio vuole qualcosa, non è l'unica illusione, ma anche la più grande, quella in cui  basate tutte le altre. Continuerò il mio dialogo con te... ti benedico con gioia!!

 

 

                            09 luglio 2019

 

...riprendendo ciò che ci siamo detti l'ultima volta, finchè non accetti di essere UNO con Me continuerai a creare tutte le miserie, le sofferenze, i conflitti i dispiaceri della tua vita. Tutto questo  e molto di pù è il risultato della tua convinzione della separazione dal Tutto. La maggior parte delle persone crede in un Dio, ma non in un Dio che CREDE in loro, e li ama più di quanto possano immaginare. L'dea che stia in silenzio, che abbia smesso di parlare alla razza umana molto tempo fa. L'idea che si arrabbiato con tutti gli esseri umani. L'idea che Dio sia nominato giudice, che decida quale essere umano merita il premio del paradiso e chi il profondo inferno. Dio ama ogni essere umano del passato del presente e del futuro.

 

Dio non è separato dal nulla e nulla è separato da Esso. Non c'è nulla di cui Io abbia bisogno perchè Io è tutto ciò che sono. Il resto è illusione. Un'illusione creata dall'uomo stesso divenuta convinzione radicale a cui fatichi credere che sia qualcosa di diverso. Ora è arrivato il momento di ricordare che le illusioni degli umani non possono più intrappolarti, che puoi vivere la consapevolezza della Mia presenza in te. Sei venuto qui sulla terra per conoscere a livello di esperienza che Io risiedo in te e in tutti coloro che incontri, e che puoi avere un incontro con il Creatore in qualsiasi momento che desideri... Ti benedico con forza!

 

 

                           02 luglio 2019

 

... Quando sceglierai l'esperienza dell'unione con Me, finalmente conoscerai la gioia e la pace senza limiti, l'amore espresso pienamente e la libertà totale. Se scegli questa realtà cambierai il tuo mondo, sperimentando chi sei veramente. Sarà la cosa più difficile che tu abbia mai fatto ma, anche la più facile. Sarà difficile, perchè devi "negare" chi credi di essere, e smettere di negare Me. Sarà la più facile perchè in realtà non ci sarà nulla che devi fare. Tutto ciò che devi fare è essere, e tutto ciò che devi essere è Me.

 

Questo non è un atto di volontà ma, un semplice riconoscimento. Non sarà necessaria una azione ma, una ammissione. Ammettere che tu ed Io siamo Uno. Quando mi riconosci in te, entro nel tuo cuore, entrerai così in "paradiso" ed esso ci può essere anche in questo istante della tua vita. Quando la smetterai di vivere da separato, finalmente godrai dell'essere un tuttt'uno con Me, con tutti gli altri e con tutto ciò che vive.. Questo è ciò che sono venuto a dire attraverso i messaggeri di oggi. Siamo tutti in Uno, questo è l'unico messaggio importante, l'unico messaggio che esiste. Tutto il resto, nella vita, è un riflesso di tale messaggio.... Una benedizione di luce!!

 

 

                          25 giugno 2019

 

Continuando il nostro dialogare con la vita, che abbiamo iniziato da tanti messaggi fa ma, che sono andato incidendo nel tuo animo nell'ultimo mio discorso, sappi che lo scopo dell'espressione individuale è quello di permetterMi di sperimentare Me Stesso come il tutto, attraverso l'esperienza delle Mie parti sotto espressione della tua e di tutte le anime incarnate in terra. Insieme formate Me Stesso. E' una cosa che ti ho detto moltissime volte, in passato e continuo a farlo per spezzare quella convinzione radicata in te in cui pensi di non essere degno della mia presenza in te. 

 

Siete tutti miei figli e assieme formate Me, Dio. Di tale corpo fa parte anche tutto ciò che ti circonda, che sia visibile ai tuoi occhi o invisibile. Tutto ciò Che E' Stato, Che E' e che Sar&agr